Lorenzo Lipparini

Post per tag: foia

Open Government e Partecipazione, le linee-guida di Milano

Ho presentato in Giunta comunale  il 10 marzo scorso, nel corso della prima Settimana dell’Amministrazione aperta, le linee di indirizzo in materia di Open Government e promozione della partecipazione civica stilate dall’Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data del Comune di Milano.

Si tratta di un piano operativo - già anticipato in Commissione consiliare, alle associazioni e alla stampa - che si svilupperà nell’arco dei prossimi 12 mesi. 

Il piano prevede l’attuazione degli obiettivi del Terzo Piano di azione per l’attuazione dell’Open Government Partnership, l’iniziativa internazionale che mira a ottenere impegni concreti dalle Pubbliche Amministrazioni per la promozione della trasparenza, il sostegno alla partecipazione e all’attivismo civico. 

L'obiettivo è la conoscenza delle attività della macchina comunale e la fruibilità dei dati in possesso della Pubblica Amministrazione. Tutta la Giunta si è impegnata a lavorare in questa direzione.

Gli assi di azione:

Accessibilità dei dati: l’Amministrazione comunale si impegna a pubblicare contenuti aggiuntivi rispetto a quelli obbligatori già previsti dal “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2017-2019”.

Patrimonio immobiliare: sul Geoportale recentemente presentato (https://geoportale.comune.milano.it/sit) sarà disponibile il patrimonio immobiliare del Comune. Sarà possibile visualizzare le modalità di gestione del bene, anche per agevolare la raccolta di proposte per l’utilizzo da parte di associazioni, cittadini e società civile degli immobili non utilizzati.

Formato aperto e ricercabile: i documenti pubblicati in formato pdf saranno trasformati in formati aperti, accessibili e riutilizzabili per facilitare la consultazione, garantendo l’accesso alle informazioni a tutti i cittadini in coerenza ai principi di uguaglianza e di non discriminazione.

Amministrazione Trasparente: i dati rilasciati all’interno di questa sezione del sito saranno disponibili in formato aperto per agevolare nuove modalità di consultazione ed elaborazione. I documenti tecnici saranno resi più comprensibili grazie all’aggiunta di un piccolo glossario esplicativo a corredo e le funzioni di ricerca degli archivi documentali saranno semplificate e potenziate, attraverso sistemi di feed Rss o simili per ricevere notifiche e aggiornamenti personalizzati.

Organigramma: i dati relativi all’organizzazione comunale saranno pubblicati con la chiave “Who is who”, per rendere semplice l’identificazione del referente cercato e la sua esatta collocazione nell’organigramma dell’Amministrazione comunale.

Controllo: il sistema di monitoraggio interno sulle pubblicazioni sarà integrato per migliorare la qualità dell’informazione attraverso l’utilizzo di parametri di valutazione e confronto che si affiancheranno ai risultati prodotti dalla piattaforma CRM (Customer relationship management) già esistente.

Open Bilancio: sul portale saranno create pagine dedicate alla presentazione dei bilanci comunali in forma chiara e comprensibile, grazie al supporto di grafiche semplici e divulgative. I dati di bilancio e le performance delle aziende partecipate saranno disponibili anche sul portale dell’Agenzia per la Coesione territoriale “OpenPartecipate”.

Formazione interna: nel “Piano biennale della formazione” previsto dal “Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità del Comune di Milano” saranno favorite attività volte a diffondere e radicare nella Pubblica Amministrazione la cultura della trasparenza come ambito fondamentale del rapporto con i cittadini e della professionalità amministrativa al di là degli adempimenti obbligatori.

Qui il comunicato stampa.

Qui la delibera Open Gov pubblicata in Albo Pretorio.


@llipparini

Le mie spese elettorali

Ho consegnato lo scorso ottobre alla Segreteria Generale del Comune di Milano tutte le dichiarazioni richieste per legge, comprese quelle sulle spese sostenute per la campagna elettorale. Le spese elettorali però la Segreteria Generale non ha ritenuto di doverle pubblicare. 

Le pubblico dunque io qui insieme alla ricevuta di consegna dei documenti.

 

@llipparini

La trasparenza oltre “Amministrazione Trasparente”


L'accesso ai dati e alle informazioni non è solo una questione di “quantità” (quante informazioni e dati l'amministrazione rilascia) o di tipologia delle informazioni - quelle obbligatorie per legge: è soprattutto una questione di “qualità” delle informazioni oltre che della loro effettiva accessibilità.

Dunque come rendere effettiva l'accessibilità troppo spesso ancora solo “formale” delle informazioni rilasciate dall'Amministrazione? E come dare corpo allo spirito del Foia favorendo la reperibilità delle informazioni, oggi che la legge conferisce al “cittadino qualunque” il diritto di accedere a qualunque informazione, anche senza interesse diretto o specifico?

Abbiamo analizzato come il Comune di Milano pubblica i propri dati. Abbiamo consultato cittadini e associazioni e verificato gli accessi sul portale. Ne abbiamo ricavato un Piano per l'Accesso ai dati ed alle informazioni elaborato dall’Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data che è stato discusso giovedì 16 febbraio in Commissione congiunta, Trasparenza e Antimafia, del Consiglio comunale.

Il piano è frutto di un lavoro di analisi e monitoraggio, recepimento delle buone pratiche e mappatura degli strumenti - molto spesso a costo zero per l'Amministrazione grazie ad associazioni come Transparency International, Diritto di Sapere, Riparte il Futuro, Parliament Watch, ma anche agli strumenti  messi a disposizione dalle stesse agenzie di governo - come il tool OpenPartecipate sviluppato da Open Coesione, che consente di tracciare le attività delle aziende partecipate in modalità intuitiva anche per il meno esperto dei cittadini.  

Il Piano per l'Accesso ai dati e alle informazioni dell'Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data del Comune di Milano, può essere scaricato qui.

E se vi va di proporlo al più ampio dibattito pubblico, condividetelo!




@llipparini

Incontro pubblico con associazioni, cittadini, stampa e il Sindaco Sala

Il 28 settembre, insieme al Sindaco Sala abbiamo presentato e condiviso con i cittadini, la stampa e le associazioni il piano d’azione e gli impegni dei prossimi mesi in tema di partecipazione, trasparenza e accesso alle informazioni.

La data non è casuale: il 28 settembre infatti si celebra la Giornata del Diritto di Conoscere, un Diritto riconosciuto dalla Corte europea per i Diritti dell'Uomo, che in Italia è diventato legge nel gennaio 2016, con l'introduzione nel Decreto Trasparenza del Freedom of Information Act, FOIA.

E’ stata una prima, importante occasione di confronto aperto attraverso cui raccogliere gli stimoli di coloro che contribuiscono alla vita partecipativa della città.

Ed è stata l'occasione anche per discutere le azioni già intraprese:

- Agenda pubblica degli incontri con i portatori di interesse (API), già online sul portale Comune di Milano.
- Question time in diretta Facebook, un appuntamento settimanale di dialogo e confronto con i cittadini che vorranno intervenire.
- Piano per una migliore fruibilità ed un più agevole accesso ai dati già disponibili sul portale del Comune.

Abbiamo anche presentato le consultazioni già avviate sulla piattaforma di partecipazione civica PartecipaMi. Con la prima consultazione, invitiamo i cittadini ad avanzare proposte di candidatura per gli Ambrogini, esprimendo oltre al nome anche la motivazione. Con la seconda consultazione chiediamo invece agli utenti del portale del Comune di Milano di segnalarci gli ostacoli riscontrati nell’accesso ai dati e alle informazioni, sebbene già disponibili online.

L'incontro è stato trasmesso anche in diretta Facebook e Twitter. Ne è seguita una tavola rotonda, partecipata e appassionata. L'evento è disponibile in video su Radio Radicale.

@llipparini