Lorenzo Lipparini

Post per tag: milano

Rendiconto dell'Assessorato, ad oggi

L'occasione di alcuni articoli sui costi e le attività dell'Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data mi dà l'occasione di intervenire per raccontare ai lettori, che forse non hanno avuto occasione di leggerne in precedenza, in cosa consista il lavoro in corso.

Essere valutati su quanto fatto è giusto, purchè sia chiaro che il metro è politico e la misura non può essere parziale o di comodo, quale è quella delle sole delibere adottate in giunta.

Dal momento dell'insediamento abbiamo inserito Milano nel solco delle migliori pratiche internazionali in fatto di amministrazione aperta aderendo a Open Government Partnership e alla carta Onu anticorruzione Urban Glass, candidando Milano a ospitare il primo Regional meeting per le amministrazioni locali.

Abbiamo dato un forte impulso alla ricerca fondi tramite bandi europei predisponendo e depositando due progetti internazionali. Abbiamo creato l’agenda pubblica degli incontri con i portatori di interesse con l'aiuto delle associazioni che si occupano di trasparenza e rendicontazione e presentato un piano d'azione per migliorare la conoscenza delle informazioni del Comune a partire da bilanci e patrimonio gestito.

Siamo ripartiti con la rendicontazione, che si era interrotta, dello stato di avanzamento delle opere del Bilancio Partecipativo 2015, aderendo al consorzio europeo Empatia per ricevere software e assistenza per la sua riedizione, che stiamo mettendo a punto con i Municipi. Siamo stati fondatori del network Comuninnovano, che unisce gli amministratori locali di tutta Italia sui temi della partecipazione e dell'innovazione, organizzando a Milano il 5° appuntamento per lanciare la Carta della Partecipazione.

Sul versante dell'apertura di dati e informazioni sono stati pubblicati o aggiornati 59 set di dati scaricabili dal portale del Comune, è stato messo a punto e presentato al pubblico il nuovo geoportale contenente le informazioni geografiche su mappa per cittadini e professionisti, e attivato il nuovo servizio di ChatBot Telegram per la consultazione dei dati. L’hackathon Milano@Work organizzato con il Politecnico di Milano ha consentito di selezionare e premiare un team di giovani programmatori che sta sviluppando un servizio per la visualizzazione dei lavori stradali presenti in città.

L'importanza della cultura del dato è stata affrontata in eventi specifici come Cioccodata, con gli imprenditori che hanno creato servizi con i dati del Comune e sarà oggetto della celebrazione dell’Open Data Day all'Acquario di Milano il prossimo 4 marzo. Siamo stati tra i primi Comuni ad adeguarsi al nuovo Freedom of information Act, con eventi di divulgazione specifica e la pubblicazione di informazioni su appalti e gare che garantiscono altissimi standard contro le frodi.

Nel frattempo abbiamo seguito la rilevazione della qualità dei servizi con indagini svolte sulle attività di Amsa, sulle Case Vacanza, su Milano Ristorazione, sul verde, sugli stage curricolari nel Comune di Milano. Partecipiamo attivamente al progetto della Camera arbitrale di Milano per la mediazione dei conflitti ambientali e a quello per la gestione partecipata dei beni sottratti alla crimialità organizzata. Abbiamo incontrato le Social Street milanesi e messo a punto un registro per raccoglierle e avviare un lavoro comune con tutti i cittadini attivi di Milano.

Questo per dare uno spaccato molto parziale dei fronti di lavoro aperti, presentati ai Consiglieri comunali nel corso di svariate Commissioni e forse ancora poco raccontate dalla stampa.


@llipparini

Débat Publique, la partecipazione comincia dalle regole

Questo pomeriggio partecipo al Tavolo Débat Publique, l'iniziativa che nasce in supporto alla legge nazionale per il dibattito pubblico ed è parte del progetto di mediazione del conflitto ambientale, cui Milano aderisce.

Oltre all’Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data del Comune di Milano contribuiscono alla riflessione Camera di Commercio, Ministero dell'Ambiente, Regione Lombardia, Legambiente, Avanzi, insieme ad avvocati e mediatori. 
La partecipazione comincia dalle regole!

@llipparini

Un referendum sull'Apple Store?

Il progetto dell'Apple Store verrà discusso in consiglio di Municipio 1, e naturalmente spetta in primis al presidende dell'aula Mirko Mazzali calendarizzare la discussione.

Tuttavia a seguito dell'idea di referendum lanciata da I Hate Milano ho già proposto all'Assessore alla Cultura, Filippo Del Corno e all'Assessore all'Urbanistica, Pierfrancesco Maran di organizzare un incontro pubblico con Apple per raccogliere le osservazioni dei milanesi e dibattere nel merito. Un referendum – va ricordato – può essere indetto solo se si raccolgono le firme necessarie. Non basta insomma che lo voglia un membro della Giunta – anche se quel membro è l'Assessore radicale alla Partecipazione!

Ne parla qui Milano Today.

@llipparini

Ambrogini e cittadini

Ho ricevuto in questi giorni diversi messaggi da parte di cittadini lieti di essere stati coinvolti nella consultazione pubblica sugli Ambrogini. 

Molte le segnalazioni già pervenute su PartecipaMi, dove fino al 10 ottobre è possibile contribuire con una nuova proposta, o votare una delle proposte già pubblicate. 

L'intenzione era coinvolgere i cittadini, allargando la partecipazione - non sostituirsi alla decisione del Consiglio comunale cui spetta l'assegnazione delle benemerenze civiche. 

I cittadini hanno accolto la sollecitazione, facendone proprio lo spirito partecipativo. E con loro anche il Sindaco Sala, come racconta lui stesso su Il Giornale di oggi.

@llipparini

Agenda Pubblica degli Incontri

Ho reso pubblica sul portale del Comune di Milano, l’Agenda degli Incontri svolti in Assessorato con i portatori di interesse, le associazioni e i cittadini.

Il formato non è bellissimo ma, in attesa di un sistema “dinamico” che permetta di navigare tra i dati ed interrogare il database, l'Agenda permette già di conoscere in dettaglio chi, quando ed il motivo dell'incontro.

L’ Api sarà pubblicata a cadenza costante. In questa fase, ancora sperimentale, abbiamo ipotizzato un aggiornamento mensile.

L'Agenda Pubblica degli Incontri è uno dei due impegni presi con OpenGov Italy come Assessore alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data del Comune di Milano. L'altro riguarda l'Anagrafe Pubblica degli Eletti e dei Nominati. Potete consultare qui il progetto e l'impegno assunto con OpenGov.

Abbiamo inoltre avviato su PartecipaMi due consultazioni pubbliche: una sugli Ambrogini, una seconda sull’accessibilità dei dati nel portale del Comune di Milano.

Mi farebbe piacere ricevere le vostre proposte, i suggerimenti e anche le vostre segnalazioni. Grazie.

@llipparini